Home >> Comunita >> Comunità Riabilitativa Psicosociale Liberi Tutti

Comunità Riabilitativa Psicosociale Liberi Tutti

Descrizione: 

Nel 2000 un gruppo di operatori impegnati da anni in progetti di psichiatria adulti decise, in collaborazione con alcuni clinici, di costruire un progetto di comunità integrato e multi-professionale che evitasse, per mancanza di opportunità,  di strutture e di risorse adeguate, di condannare molti ragazzini ad un percorso di emarginazione sociale o di “assistenza a vita”. 

L’idea di fondo era quella di investire molte risorse sia dal punto di vista educativo che clinico per supportare progetti integrati che riuscissero a reinserire nella società civile giovani con problematiche border line o psichiatriche.
Nacque così la comunità “liberitutti”, una delle prime in Italia!  

In mancanza di normative specifiche (che vedranno la luce in Regione Piemonte solo a partire dal 2004) fu inizialmente autorizzata come C.A.S.A. Nel 2007 viene riconosciuta come Comunità Riabilitativa Psicosociale e poi, nel 2009, accreditata dalla Regione.
La CRP è in grado di accogliere fino a sette ragazzi e ragazze dai dodici ai quindici anni di età (a volte i percorsi di riabiitazione si prolungano nel tempo per cui è possibile, in accordo con i Servizi Invianti, prolungare i progetti e la permanenza del minori in CRP fino alle soglie della maggiore età...) e si caratterizza per essere simile ad una famiglia, affettiva ed accogliente.

Il personale: Educatori ed O.S.S., ha subito, nel corso deglii anni, un basso tourn-over ed è praticamente tutto residente nel territorio

dell'Acquese; questa caratteristica ha certamente facilitato la creazione di reti formali ed informali, utili nel sostenere una progettualità aperta alle risorse del territorio che favorisca spazi di vita, lavoro e socialità per i minori ospitati.
Nel 2003 ad integrazione del progetto di comunità è stato aperto un gruppo appartamento per giovani adulti, pensato per consentire ai ragazzi maggiorenni, in uscita dalla comunità, di sperimentare una maggiore autonomia e di affacciarsi gradualmente al mondo del lavoro.
La comunità ed il gruppo appartamento sono gestiti dalla cooperativa sociale ACQUI/IN/CONTRO, ad Acqui Terme in via del Soprano 128. La dimensione esterna al contesto metropolitano torinese e la felice posizione geografica, la rendono particolarmente adatta per progetti di medio-lungo respiro, che prevedano percorsi formativi, pre lavorativi e lavorativi, anche con obiettivi di graduale autonomia economica ed abitativa.

Mappa: